mio caro eduardo. eduardo de filippo e lucio ridenti. lettere (1935-1964)

Procino Maria (a cura di)

15.00

15.00

Loading...

Descrizione

“Che succede, mio Dio? Tutti i giorni, da tutte le più belle parti del mondo, viene chiesto il mio repertorio: Napoli milionaria, Fantasmi, Natale in casa Cupiello, Filumena Marturano: dalla Svezia e Norvegia, dalla Grecia, dalla Rumenia, dalla Francia e dall’Inghilterra, ora rischiamo di veder rappresentati in America due lavori miei in una sola volta. È troppo bello per esser vero”. Così scriveva nel 1947 Eduardo De Filippo a Lucio Ridenti direttore della rivista «Il Dramma». Dalle lettere pubblicate in questo volume emerge la storia del successo delle commedie del drammaturgo partenopeo tradotte e rappresentate in tutto il mondo.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “mio caro eduardo. eduardo de filippo e lucio ridenti. lettere (1935-1964)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *