Martin Heidegger e Hannah Arendt

Colonnello Pio

10.00

10.00

COD: 9788860426932
Loading...

Descrizione

“Unico conforto in quei momenti tempestosi era pensare a quanto di buono avevo seminato, a coloro che mi avevano amato e che io avevo amato e anzitutto a te, mia Hannah”. Hannah Arendt fu dapprima allieva, musa e amante di Martin Heidegger, poi collega e critica severa del suo antico maestro. A differenza di Heidegger, che aderì sia pure per un tempo assai breve al nazismo, la Arendt dovette fuggire negli Stati Uniti perché di origine ebraica. Dopo circa vent’anni, durante i quali si interruppe ogni rapporto tra i due, nel 1950 Hannah torna in Europa e rincontra inaspettatamente l’amico di un tempo con cui comincia uno scambio epistolare. Nella lunga lettera che scrive alla sua intima amica, il filosofo tedesco è chiamato a rievocare gli episodi salienti della sua vita politica, accademica e di pensatore mentre riaffiorano i sentimenti d’amore e i frammenti del passato, resi vivi grazie alla potenza dell’immaginazione e della rievocazione.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Martin Heidegger e Hannah Arendt”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *