0 Articolo/i: 0,00 €
FOTO GUIDA
I NOSTRI UFFICI
EVENTI

There are no items matching the selection.

Governarsi per mastria de laici

Dovere Ugo

Disponibile

40,00 €
,
Qtà:
Attraverso abbondante documentazione archivistica inedita, il volume ricostruisce le vicende storiche della confraternita napoletana della Madonna della Catena e della sua chiesa, collocata al centro dell’antico borgo di Santa Lucia a Mare. Avviato nel 1575 e regolamentato per la prima volta nel 1580, il sodalizio raccoglieva al suo interno i membri delle ‘arti marinare’, per i quali sviluppò un complesso sistema solidaristico ispirato ai valori cristiani. All’indomani del concilio di Trento i pescatori e marinai di Santa Lucia si organizzarono in piena autonomia per avere la ‘loro’ chiesa, che vollero libera da qualsiasi dipendenza o ingerenza ecclesiastica. I loro propositi, che si nutrivano di devozione mariana ed eucaristica, puntavano al sostegno reciproco nelle difficoltà materiali (sussidi economici per vedove e inabili al lavoro, doti maritali per le giovani donne, cure mediche per le famiglie, garanzia di riscatto in caso di schiavitù nelle mani dei Turchi) e alle pratiche funerarie. L’esperienza dell’Arciconfraternita della Madonna della Catena, analizzata attraverso gli statuti e i comportamenti, diventa indicativa della vita sociale e religiosa dei laici a Napoli in età moderna e contemporanea. L’ampio studio, che procede con metodo interdisciplinare, segue lo svolgimento dei fatti intrecciandoli con la storia politica, sociale e religiosa del tempo, nonché gli sviluppi urbanistici e architettonici del territorio. La documentazione di corredo restituisce ampie testimonianze sulle tradizioni luciane dal XVIII al principio del XX secolo e scandisce i progressi statutari del sodalizio.

Ogni utente registrato può scrivere una recensione. Per favore, accedi o registrati

Brand brand
History Color sit amet, consectetur adipiscing elit. In gravida pellentesque ligula, vel eleifend turpis blandit vel. Nam quis lorem ut mi mattis ullamcorper ac quis dui. Vestibulum et scelerisque ante, eu sodales mi. Nunc tincidunt tempus varius. Integer ante dolor, suscipit non faucibus a, scelerisque vitae sapien.