0 Articolo/i: 0,00 €
FOTO GUIDA
I NOSTRI UFFICI
EVENTI

There are no items matching the selection.

Tragicomico

Gigliucci Roberto

Disponibile

11,00 €
,
Qtà:
La tragicommedia è in un certo senso un’invenzione tecnica italiana, tuttavia non esiste un volume complessivo sul tragicomico nella nostra lingua, mentre se ne trovano in inglese o in francese. Questo volume copre quindi un vuoto, aprendo il raggio alla massima ampiezza, da Euripide a Ionesco. Il tragicomico non coincide necessariamente con la tragicommedia come genere, è qualcosa di più ampio e pervasivo. Ritroviamo il tragico nel comico e il comico nel tragico fin dal teatro antico, e molto spesso la tragedia a fine lieto si intreccia e si sovrappone alla tragicommedia nell’età rinascimentale e barocca. I difensori del tragicomico vedono in esso il riflesso della vita stessa, della realtà, che è contraddittoria sempre e talvolta addirittura sconcertante. I detrattori del tragicomico, da parte loro, lo accusano di mostruosità, di inverosimiglianza. Contraddizioni anche queste, in un dibattito che si svolge nel corso di secoli, ma si accentua soprattutto nel Seicento, in Italia, in Francia, in Spagna. Il genio di Shakespeare sbaraglia ogni discussione: qui le commedie sono nere e talora agghiaccianti, mentre le tragedie sono screziate di grottesco, comico e paradossale. Alla fine del Settecento nasce una nuova forma di commedia seria, fra esigenze morali e nuovo realismo, mentre nell’Ottocento esplode la tragicomicità romantica, fino a giungere ai capolavori di Ibsen e alla modernità piena, con Pirandello, Ionesco, Beckett e gli altri. Questi e molti altri sono i nodi tematici e critici trattati nel volume di Gigliucci, con la costante consapevolezza che nel teatro si giocano sempre le questioni determinanti dell’essere al mondo, cioè dell’ambiguità, dello sconcerto, della tristezza ilare, del tragicomico insomma.

Ogni utente registrato può scrivere una recensione. Per favore, accedi o registrati

Brand brand
History Color sit amet, consectetur adipiscing elit. In gravida pellentesque ligula, vel eleifend turpis blandit vel. Nam quis lorem ut mi mattis ullamcorper ac quis dui. Vestibulum et scelerisque ante, eu sodales mi. Nunc tincidunt tempus varius. Integer ante dolor, suscipit non faucibus a, scelerisque vitae sapien.